Mimma Rapicano, tra segno e scrittura